Connect with us

News

CONI – Bocciati gli eSports in Italia

CONI

Il futuro dell’eSports in Italia potrebbe essere a rischio. In data 14 febbraio è infatti stato divulgato l’elenco delle discipline ufficialmente riconosciute dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, in cui figurano tra le altre dama, scacchi, go ma non vi è ahimè alcun riferimento agli Sport Elettronici.

Il non essere presenti in questa lista risulta problematico in quanto ogni Associazione Sportiva Dilettantistica per essere legalmente riconosciuta deve dimostrare di occuparsi di una delle 384 discipline presenti nella delibera del CONI. La presenza delle ASD in ambito eSportivo fino ad ora è stato ciò che ha permesso l’organizzazione di tornei e, soprattutto, la distribuzione di premi in denaro e la retribuzione per gli e-atleti, che sono stati alcuni dei paletti più insormontabili per lo sviluppo dell’eSports in Italia per svariati anni.

Non sarà più possibile, quindi, formare una ASD basata esclusivamente sull’organizzazione di tornei e discipline eSportive. Una soluzione potrebbe essere fondare l’associazione sulla base di uno degli sport presenti nella lista e continuare ad operare con le modalità precedenti, ma si tratterebbe di un mero escamotage che a lungo andare potrebbe nuocere alla reputazione del settore in toto.

La delibera appare ai nostri occhi quasi come una beffa: mentre in paesi come la Corea il mestiere di cyber-atleta è ufficialmente riconosciuto nella carta dei lavori e in Finlandia l’equivalente del CONI ha accettato come membro associato la Finnish eSports Federation, in Italia appare evidente quanto retrograda sia ancora la mentalità dominante a livello sportivo, dove i tornei di videogiochi non sono considerati degni di nota quanto una gara a freccette.

Per ora quindi il futuro appare incerto: gli eSports in Italia, un settore partito in ritardo e non senza intoppi pare ora arrivato ad uno stop. Sia chiaro, la lista non è definitiva e potrà essere modificata in seguito ma è chiaro come i piani alti non siano ancora pronti ad accettare l’insorgere del settore del videogioco competitivo, che arranca e vive grazie alla passione di noi che operiamo al suo interno. Non possiamo fare altro che continuare ad insistere e sperare che il nostro impegno cominci  ad essere riconosciuto e si arrivi a rinfrescare la mentalità datata secondo cui i videogiochi non possano essere altro che mero intrattenimento.

Ad aggiungere fortunatamente un po’ di peso dall’altro lato della bilancia, arriva un comunicato da parte di ASI, che sottolinea come l’aver rimandato al 1 Gennaio 2018 i termini di attuazione definitiva della nuova lista lasci un ampio spazio di conversazione e ribilanciamento delle carte in tavola.

L’invito è ovviamente quello di muoversi durante tutto il 2017 verso la promozione e la nobilitazione dell’ambiente eSportivo, in modo che la lista definita possa finalmente dare uno spazio di ufficialità anche a questa disciplina a noi tanto cara.


Fonti:

Comunicato CONI

Lista Discipline

Comunicato ASI

Advertisement

Recent Posts

Categories

Advertisement

More in News