Connect with us

Editoriali

That's OP! – 7.2 Meta Breakers

Vi siete mai trovati ad entrare in partita e non sapere che campione scegliere? Ci sono quelle partite in cui vi trovate con dei compagni di squadra problematici che non sapete come portare alla vittoria? Avete semplicemente quelle giornate dove volete il massimo guadagno con il minimo sforzo? Ecco That’s OP!, la rubrica dove vengono presentati i pick più forti del momento, in questo caso i 7.2 Meta Breakers!

7.2 Meta Breakers

Corsia Superiore

Camille

Informazioni sulla Build

La regina indiscussa della corsia superiore non ha ancora subito attacchi da parte nel NerfHammer sufficienti a renderla meno dominante o anche solo a minacciare la sua solidità come campione, portandola effettivamente a temere un solo avversario: la Fase di Ban.

La sua possibilità di scalare come duellante con il proseguire della partita la rende praticamente impossibile da gestire in uno scenario di 1v1, e la sua incredibile mobilità la porta a poter uscire anche dalla situazione più spinosa.

In teamfight la sua capacità di dive sulle retrovie e la peculiare meccanica della sua R la rendono l’incubo di ogni ADC.

Come possiamo vedere dal grafico di Win Rate con il proseguire della partita, una Camille libera di farmare è una brutta notizia per i propri avversari indipendentemente dai punti di vista.

Jayce

Informazioni sulla Build

L’impatto che il buff alla Letalità ha avuto sul gioco è stato enorme, e avremo modo di trattare la cosa per ogni ruolo, ma in corsia superiore quello che ne ha tratto più giovamento è stato Jayce. La pressione che applica in fase di corsia adesso è tremenda, e l’enorme capacità di snowball fa da contorno a quello che in questo momento è un campione tremendamente solido.

Vediamo come il suo punto di forza sia la capacità di uccidere molto facilmente gli avversari, rispetto agli altri toplaner. Quindi la formula è semplice: Letalità -> Kill -> Vittoria.

 

Giungla

Rengar

Informazioni sulla Build

Alien vs Predator – Parte 1.

Quale può essere la formula per un jungler perfetto? Ottima capacità di pulizia della giungla? Ok. Danni enormi? Ok. Ottima capacità di gank? Ok. Immunità ai controlli? Ok. Sinergia con oggetti recentemente buffati? Ok.

Rengar ha tutto quello che gli serve per incarnarsi nel jungler perfetto. Non serve perdersi in discorsi per lodarlo ulteriormente.

Kha’Zix

Informazioni sulla Build

Alien vs Predator – Parte 2.

Potremmo prendere quello abbiamo scritto per Rengar e copiarlo conforme qui, semplicemente sostituendo “immunità ai controlli” con “invisibilità e capacità di disintegrare un bersaglio isolato”. La nuova Q evoluta non solo porta il primo malcapitato fuori posizione a pentirsene per il resto della sua breve partita, ma rende Kha’Zix uno dei jungler migliori per la conquista di bersagli neutrali, dato che con il Cooldown inesistente sia Drago che Baron vengono sciolti come burro.

Anche qui vale la semplice equazione “Letalità = Vita Semplice”

Corsia Centrale

Orianna

Informazioni sulla Build

Da qualche patch a questa parte la corsia centrale è una sfida a chi sia più brava a giocare con le palle la giocoliera più brava. E per ora, dati i recenti nerf a Syndra, il titolo è in mano ad Orianna. Danni incredibili, capacità di pulire le ondate di minion in tutta sicurezza, ottima presenza in teamfight e buona distribuzione dei propri powerspike nel corso della partita la rendono un sempreverde sul quale varrà sempre la pena investire un po’ di energie per imparare ad usarla.

Anche perché… se diamo un occhiata al win rate in base alla quantità di partite giocate, di sicuro è un campione che premia la determinazione.

Corki

Informazioni sulla Build

Danni. Tanti danni. TROPPI DANNI.

Lo stato attuale dell’Hextech Gunblade conferisce a Corki un powerspike dopo la Trinity davvero immenso, e la scelta della corsia centrale invece che quella inferiore gli permette da un lato di sfruttare l’exhaust come spell per sopravvivere ai laner più aggressivi e dall’altro può utilizzare in maniera molto più efficace la sua passiva a lungo raggio. Inoltre, in un meta di maghi, la possibilità di comprare come prima scelta una Hexdrinker è un vantaggio non indifferente.

Corsia Inferiore

Jhin

Informazioni sulla Build

In questo momento gli ADC che fanno da padroni sono quelli che riescono ad alternare ad un quantitativo di danni disumano tanta utility per permettere giocate su larga scala. Tra questi da ormai troppe patch consecutive spicca Jhin nella corsia inferiore. Il recente buff alla Letalità ha fatto tornare stabilmente la Youmuu all’interno della sua build, anticipando così li suo spike e portandolo a dominare su scelte come Ashe, che richiedono almeno tre oggetti per splendere.

Varus

Informazioni sulla Build

Varus in questo momento si trova a godere della somma di tanti piccoli buff, diretti e indiretti, nel corso delle ultime patch. Il suo stato finale è solido e gli permette di sfruttare più build per adattare il suo andamento a quello generale della partita. Può optare per il poke in lane, con un Essence Reaver a provvedere alla riduzione dei Cooldown e al mana, può optare verso scenari da assedio, con quella che era la sua build tipica da midlaner, con Manamune e tanti oggetti che conferiscono Letalità, o può optare verso una configurazione incentrata sul distruggere i tank a suon di autoattacchi, con la Blade of the Ruined King.

La quantità di utility data dalla riduzione delle cure, dallo slow ad area e dalla R è immensa.

Supporto

Zyra

Informazioni sulla Build

Se state giocando support ma volete comunque essere il giocatore con più danni inflitti agli avversari nel corso della partita, Zyra rimane la risposta alle vostre domande.

L’harass e la capacità di negare farm in fase di corsia, grazie alle piante, è immenso. Le frontline nemiche vengono distrutte una volta completato un Liandry. L’utility è tantissima, e i cc ad area la rendono temibile nei teamfight.

Unica grande pecca è l’incredibile fragilità, quindi è consigliato imparare ad usarla come si deve se non si vogliono fare più danni al proprio team che a quello avversario.

Malzahar

Informazioni sulla Build

Si sapeva che i cambiamenti a Rylai e Liandry avrebbero giovato al Profeta del Vuoto, ma quello che non era facile prevedere era il suo cambio di corsia: Malzahar si inserisce di prepotenza nella lista di support che non volete trovarvi contro.

Al pari di Zyra porta grande harass in corsia e tanta utility, ma la sua identità è più concentrata sul bersaglio singolo che sulla gestione di intere aree di gioco. Una volta raggiunto il livello 6, la R combinata con qualche ADC da controllo come Ashe o Varus portano una kill assicurata, dato che il silence lascia davvero poche possibilità di reazione. Inoltre si forza l’acquisto di una Quicksilver Sash sui bersagli più sensibili, cosa che va a ritardare incredibilmente i loro powerspike.


DISCLAIMER: I pick inseriti nella rubrica sono quelli che allo stato attuale del gioco hanno il più alto rapporto tra risultati e fatica richiesta. Non sono pick sempre validi, né sono esenti dalle leggi del buonsenso che dovrebbero vigere in ogni fase di Pick&Ban.

Inoltre, sono pick singolarmente molto validi, ma vanno inseriti in contesti logici. Sceglierli tutti insieme non è sinonimo di buoni risultati garantiti.

Advertisement

Recent Posts

Categories

Advertisement

More in Editoriali