Connect with us

Editoriali

VGS16: Intervista a Gabbo

Da pochi giorni si è concluso il video games show di napoli, la fiera che ha ospitato ESL nelle fasi finali dell’ Italia Championship,  i giochi principali sono stati ovviamente hearthstone, League of Legends ed Overwatch.

Quattro squadre si sono affrontate per le finali di League of Legends, lottando per la gloria e un montepremi di tutto rispetto, ben 3800 euro sono stati divisi tra i finalisti.

Nello svolgersi dell’evento noi di esports.gs abbiamo avuto l’occasione di rivolgere alcune domande a Gabriel RuinedGabbo Olivieri, uno dei fiori all’occhiello del team IDomina, Toplaner di tutto rispetto conosciuto in tutta italia per la sua sicurezza e serietà.

gabbo

gabbo

Ciao Gabriel di che team fai parte e da quanto tempo? Raccontaci di te

Ciao a tutti gli amici di esports.gs, sono Gabriel RuindedGabbo Olivieri, faccio parte del team IDomina da ormai 5 mesi, nello specifico sono il toplaner del team, ritengo di far parte di uno dei Top Team italiani ad oggi. Crediamo molto in quel che facciamo e sicuramente siamo pronti a crescere e migliorare sempre di più.

Un torneo molto impegnativo ti aspettavi il secondo posto o volevi di più?

Nell’ultimo periodo non c’è stata una grande stabilità, non abbiamo giocato al top della forma, in questo torneo, almeno io, sono arrivato sapendo di dover giocare da underdog e non da favorito, non è una cosa cattiva  o dispregiativa, è il fatto di essere a conoscenza dei propri limiti e del fatto che ci sono tanti team molto forti in questo torneo.

Quali sono le scelte che cambieresti, i pick i counter pick?

Non cambierei nulla, personalmente,  perchè credo di non aver giocato male, penso che ci siano pochi pick disponibili, soprattutto nella top lane, il meta attuale non mi soddisfa per nulla, si giocano tank, farmare per poi pushare e così via, non rispecchia il mio gameplay, preferisco giocare campioni molto più aggressivi.

Parlaci della nuova season e della mastery colossus

Una mastery come il colossus è davvero game-changing oggi come nei giorni precedenti abbiamo visto come una mastery del genere sbilanciata possa risolvere da sola dei fight e cambiare dei risultati scritti, soprattutto quando ad usarla è un tank come maokai o poppy, nautilus.

Com’è strutturata la vostra formazione, il training, gli allentamenti?

Usciamo traumatizzati dalla perdita di un coach e dall’acquisizione di un nuovo coach che in effetti era il “secondo” in carica, stiamo migliorando c’è molto da lavorare, ci sono periodi più prolifici dove ci alleniamo anche 8 ore al giorno mentre in altri ci alleniamo poche ore causa università o la scuola.

Il futuro?

In futuro spero di migliorare come singolo dato che ho ancora molto da imparare, spero di poter portare la mia squadra ad alti livelli, non dico da solo però fare gran parte del lavoro per poter arrivare almeno top 2 in italia.

 

Ringraziamo Gabbo per l’intervista e gli auguriamo il meglio per la sua carriera! Potete seguire Gabbo sulla sua pagina facebook ufficiale

 

 

 

Advertisement

Recent Posts

Categories

Advertisement

More in Editoriali