Connect with us

News

World Championship 2016: Semifinals SSG vs H2K

Prev1 of 3
Use your ← → (arrow) keys to browse

Ieri sera si è tenuta la seconda semifinale di questi World Championship di League of Legends, che vedeva schierati contro i koreani del SSG e gli europei degli H2K al Madison Square Garden di New York. In molti hanno atteso questo match dato che gli H2K erano l’unica squadra che poteva contrastare il dominio koreano. L’unica cosa certa era il gran spettacolo e l’alto tasso di adrenalina in questo match.

Game 1

Il primo game inizia col botto, con CorreJJ (support SSG) che ripropone Miss Fortune support affiancata da Ashe adc, questo per contrastare la Zyra avversaria. I ban koreani sono mirati a togliere dalle mani degli H2K i champ che sanno usare meglio, ovvero Caitlyn, Syndra e Jayce. Dall’altra parte invece gli H2K bannano Poppy, Jhin e Ryze. Il last pick di Ryu risulta alquanto stranno, dato che Cassiopea soffre leggermente Viktor. Infatti, nonostante il primo sangue degli H2K su nel primo minuto, grazie ad un gigantesco bait di Jankos e il suo Olaf sul jungler avversario (Ambition con Nidalee) in botlane. Gli H2K sembrano aver iniziato alla grande prendendo successivamente un’altra kill su Miss Fortune grazie ad un altro gank di Olaf (che ha fatto un’ottima prestazione). Ma gli SSG adottano una tattica che punta all’obiettivo finale e non alle kill.  Infatti successivamente in circa 1 minuto Ryu viene ucciso 2 volte da Nidalee. L’early game è infatti dominato dagli H2K grazie a Jankos e ai suoi gank eccezionali con Olaf in botlane e in toplane. Ma mentre succede questo gli SSG iniziano a conquistare obiettivi, ovvero la prima torre bot e un drago di montagna. In un successivo teamfight gli H2K hanno la meglio portando a casa un interessante 4×2 e una torre. Mentre però gli H2K continuano a prendere kill (fino al massimo vantaggio in termini di kill di 6 a 13 per gli H2K), Nidalee ed Ekko prendono torri e draghi. La discesa degli evocatori europei inizia con una call completamente sbagliata del Barone che permette ai koreani di mettere a segno un’importante carneficina. Da lì in poi gli H2K tentano di rimontare, ma i teamfight si risolvono in un nulla di fatto. Gli SSG riescono a prendere un Barone e con un pò di pressione sotto torre e un teamfight vinto nei pressi del Noxus dei H2K, gli SSG portano a casa il primo game, dimostrando che non basta portare a casa le kill per poter vincere una partita, ma con strategia riuscire a portare a casa gli obiettivi.

Il grafico di seguito dimostra come gli H2K abbiano dominato nei faccia a faccia con i propri avversari, ma non riuscendo a prendere obiettivi e di come Ryu si stato letteralmente ghettizzato dal game:
Game1

Game 2

Gli H2K hanno bannato Ekko, MF e Viktor, praticamente 3/5 della squadra precedente mentre gli SSG riprovano i ban di prima con la sola differenza di Nidalee bannata al posto di Jayce. I picks sono quindi rivoluzionati da ambo le parti (li potrete vedere nel grafico sotto). Fino al settimo minuto vediamo un semplice farm e gank non riusciti, ma è di nuovo grazie ad un bellissimo gank di Jankos e il suo Lee Sin che gli H2K riconquistano il primo sangue in toplane contro Jayce. Ma di nuovo Ryu va in difficoltà nella midlane e oltre a rendere vano il gank del suo compagno di squadra, muore anche sotto i colpi di Cassiopea protetta da Olaf che usa la sua ultimate per far sentire i muscoli, che però dopo poco entra nella giungla avversaria per pulire una ward, ma Ryze e Karma lo puniscono immediatamente. Ma gli SSG sono riusciti a prendere un Drago infernale e successivamente una nuova kill di Cassipea su Ryze, ma dopo poco grazie ad un gank di Jankos, top Jayce viene killato e cade anche la prima torre. Successivamente gli H2K si accumulano in botlane in 4 e portano a casa due kill importanti, ma si sta per ripresentare il copione del primo game, ovvero tante kill per gli H2K ma pochi obiettivi conquistati nonostante uno steal interessante di un Drago Infernale dove Lee Sin viene sacrificato. Arrivano poi kill da ambo le parti con Jayce che top inizia a crescere, ma gli H2K conquistano un Drago dell’acqua, ma arriva un’ottima chiamata di un Barone da parte degli SSG che permette ai koreani di portare a casa diverse torri in tutte le lane. Al 30° minuto dopo un teamfight favorevole agli SSG, i koreani si impossessano anche di un secondo Barone che porta loro a conquistare due inibitori e altre torri sotto le mura, anche se con qualche difficoltà (3×2 per gli H2K). Dopo però un teamfight nei pressi delle mura dell’ultima torre bot, gli SSG mettono a segno la carneficina che porta loro alla seconda vittoria.

Game 2

Game 3

Nel terzo game i ban da parte degli SSG sono ancora una volta simili, con la differenza di Lee Sin, vista il grande impatto precedente di Jankos (che giocherà Elise dato che Ambition gli prende anche Olaf) e infatti nel terzo game non ci sarà partita. Mentre gli H2K puntano a togliere ingenti danni bannando Jhin e Nidalee oltre ad Ashe. Se nei precedenti 2 game gli H2K siano riusciti a far vedere ottime trame di gioco, nel terzo game sembrano essere in completa confusione, lasciando il primo sangue ai koreani, con l’unico accenno di gioco sesto minuto con un dive sotto torre che elimina entrambi i botlaner ma col sacrificio di Elise. Morti su morti per gli H2K, con un Ryu ancora una volta ghettizzato e con un Jankos che non riesce più ad essere così incisivo, perdono la prima torre top e devono essere in quattro per poter riuscire a killare Poppy sola top. Al 21° minuto dopo la conquista del Barone, gli SSG riescono a buttare giù ben 5 torri in 3 minuti e fare una forte pressione top che li porta a conquistare il nexus in soli 26 minuti.

Game 3

Prev1 of 3
Use your ← → (arrow) keys to browse

Advertisement

Recent Posts

Categories

Advertisement

More in News