Connect with us

News

Worlds picks: Jungle

Secondo articolo riguardante i pick dei mondiali e questa volta è il turno della jungle.

Nella jungle abbia visto un bassa quantità di pick essere selezionati con un alta frequenza, abbiamo infatti visto solamente 5 campioni avere un pick/ban% consistente all’interno di questo ruolo.

I campioni che sono stati più contestati per la jungle sono tutti campioni capaci di pulire i campi con facilità in modo da diminuire il rischio di rimanere indietro rispetto al jungler avversario in termini di esperienza e gold ed inoltre essere più facilmente “liberi” per poter intraprendere un azione nelle lane o nella jungle avversaria.

Di questi 5 pick principali ne andremo ad analizzare 3 ovvero: Nidalee, Lee Sin ed Olaf.

Nidalee(Pick/Ban%: 98.6% Win%: 80%)

nidalee_6

Nidalee è stato il champion più contestato all’interno del mondiale e il champ con il più alto winrate*, infatti è stata pickata o bannata in quasi tutti i game giocati.

Questa alta priorità per Nidalee è dovuta alle sue enormi potenzialità come jungler.

Nidalee è un pick adatto ad ogni teamcomp e può essere utilizzata in maniere molto differenti all’interno di esse.

La più grande forza di Nidalee è il clear della jungle, probabilmente, il più veloce fra i champ in meta che le permette di pulire la propria jungle molto rapidamente e poi sfruttare anche il suo ottimo 1v1 invadendo il jungler avversario così da poter accumulare sempre più vantaggio e riuscire a snowballare.

Anche il gank potential di Nidalee, pur non essendo uno dei migliori, è ottimo, riuscendo ad hittare la spear in forma umana può poi infliggere un quantitativo enorme di danni in ogni fase della partita.

Grazie a queste caratteristiche Nidalee è un ottimo, se non il migliore, early game jungler con una capacità di snowball molto elevata.

Nelle fasi avanzate del game Nidalee può assumere diversi ruoli: può essere un discreto champion da poke con le sue Q, può svolgere il ruolo dell’assassin grazie agli elevati danni e alla grande mobilità e può anche svolgere un ruolo da fighter in una configurazione più tank.

Quindi l’unione fra l’enorme potenziale e aggressività in early game e la grande versatilità nel mid-late game l’hanno resa il pick più importante di tutto il mondiale.

*Più alto winrate fra i champ pickati almeno 10 volte

Lee Sin (Pick/Ban%: 57.7% Win%: 56.8%)

leesin_0

Lee Sin dopo essere stato considerato in maniera parziale durante i group stage(Pick/Ban%: 47.7%) ha visto la sua popolarità notevolmente innalzarsi nella fase ad eliminazione diretta (Pick/Ban%: 74.1%).

Il più grande punto di forza di Lee Sin è sicuramente il suo early game, grazie al suo kit, il monaco cieco, può applicare una grande pressione sulle lane del proprio team e in più può effettuare invade di successo verso il jungler avversario.

Nel mid-late game la forza di Lee Sin risiede principalmente nella sua ultimate, essa può essere utilizzata nella sua combo(inSec) per iniziare un fight e permettere al suo team di effettuare uno shutdown facile su un membro del team nemico e poi sfruttare la superiorità oppure può essere usata per fornire peel al proprio team e rispedire al mittente eventuali tentativi di engage.

Purtroppo per Lee Sin il suo pessimo scaling lo limita molto nelle fasi avanzate del game dove fornisce un utilità molto mediocre eccezione fatta per la sua ultimate.

Olaf (Pick/Ban%: 77.5% Win%: 51.5%)

olaf_3

Olaf grazie alla sua Q ha un ottimo clear della jungle sin dai primi minuti di gioco che compensano la sua non ottimale capacità di gank (ma un ottima capacità di counter gank).

I più grandi punti di forza di Olaf sono la sua enorme tankiness in mid-late game e la sua ultimate, infatti grazie alla combinazione di queste due caratteristiche Olaf può lanciarsi sulla backline del team avversario senza poter essere fermato ( essendo immune a CC) così da poterli zonare o addirittura uccidere.

I grandi danni base della sua E e la possibilità di ridurre il tempo di ricarica delle sue Q raccogliendo le asce gli permettono di itemizzare solamente oggetti difensivi, essendo i suoi danni base sufficienti a mettere in pericolo la vita di un carry.

Inoltre Olaf sinergizza in maniera ottimale con molti pick importanti (Es. Karma, Orianna, Sivir, ecc.).

Il più grande problema di Olaf è che se rimane indietro in quanto a gold ed esperienza non riesce ad ottenere gli oggetti che gli permettono di lanciarsi all’interno dei combattimenti senza correre il rischio di venire esploso dai danni avversari e quindi la sua utilità diventa pressochè nulla.

Advertisement

Recent Posts

Categories

Advertisement

More in News